sabato, giugno 15, 2013

Pensieri che sgattaiolano

Settecentomila pensieri affollano la mia mente.

Dal finestrino di un autobus qualunque, intento ad attraversare affannosamente le strade piene e poco pazienti della citta`, osservo la vita intorno a me percependone solo in parte il suo trambusto acustico.

Quei tanti pensieri che fra di loro si annodano ed intrecciano forse uno o due arrivera` a destinazione, prendendo la forma di una riflessione magari scritta.

Gli altri si perdono chissa` dove, andando a finire in un grande scatolone immaginario dove si ammucchiano disordinatamente tutte le mie idee.

Ogni volta mi illudo di poter dare ad ognuna di loro un posto in prima pagina, sulla prima pagina della mia mente, ma inevitabilmente la gran parte di questi pensieri si perdono sgattaiolando via da me non appena distolgo lo sguardo dalla fonte d`ispirazione.

Scrivo poco ormai, ma mi viene impossibile dimenticare questo blog.

Un lavoro mi tiene occupata tutta la settimana, per molte ore al giorno. Il tempo che riesco a ritagliare per me stessa si sta facendo ahime` esiguo, e quando ne trovo un po` allora lo trascorro in solitudine oppure in compagnia di poche persone speciali.

Negli ultimi due o tre mesi suppergiu` ho avuto il piacere e l`onore di stare in compagnia di amiche che non vedevo da tempo oppure che non avevo mai incontrato di persona, ma che conoscevo attraverso questo mio amato blog oppure grazie a preziosi contatti stretti su Facebook.

Tanti sono stati i doni ricevuti.

Da L. e U. , due meravigliose amiche dalle parti di Milano, mi hanno regalato un grande gioia con questo fantastico biglietto:

Quell`opera d`arte a forma di biglietto accompagnava una profumata saponetta tunisina al miele ed una saponetta di Aleppo al limone
Tra i doni, ve n`era uno davvero davvero particolare e che mi ha tolta letteralmente il fiato.

Ve la presento?? Si? Eccola.

Un`autentica bambola giapponese da ひな祭り Hina-matsuri, con pure un bel po` di annetti di servizio alle spalle.
Una gemma rara e di una bellezza indescrivibile.

Non so dove U. l`abbia trovata, ma so solo che non e` stato facile e la sua ricerca - avvenuta completamente a mia insaputa - alla fine e` stata premiata.

Ningyoo-sama, permette una foto alla Sua acconciatura? Onegai-itashimasu.
Sua Maesta` Imperiale non sembra opporre particolare resistenza.
Credo sia l`aria di Torino a metterla di buon`umore.
Ora la principessa se ne sta buona buona sulla mia libreria, seduta forse non troppo comodamente (stare seduti in 正座 seiza con un kimono cerimoniale non e` proprio il massimo del comfort) su un libro intitolato Dominique, di Eugene Fromentin.

Tra i vari doni, che includevano anche il libro "Il Profeta" di Khalil Gibran, una radice di siwak, un profumo in pasta al gelsomino,

c`era anche questo preziosissimo prodotto: del khol artigianale per gli occhi. Un kajal fatto a mano e contenuto in una boccettina di legno, anch`essa artigianale.

Da M. cara amica torinese, ho ricevuto tantissimi regali tra cui questo delizioso 招き猫 maneki-neko con al suo interno un simpatico sonaglietto:
Il felino sorridente fa compagnia al mio caro carissimo maneki-neko, dono di Akiko. Ve lo ricordate? Ve ne parlai qui.
E sempre rimanendo in tema di gatti, a inizio primavera ho avuto il piacere di ricevere la visita di due persone splendide: S. e L.
Queste due fanciulle, provenienti da Roma, erano qui a Torino per la prima volta. S. e` una cara amica e veterana lettrice di questo blog da questo questo era proprio agli inizi.

S. mi ha portato questa bellissima scodella, un dono scelto assolutamente non a caso sapendo della mia passione per il vasellame:
Sempre in primavera, un giorno, mentre ero in solitaria a passeggiare in un tiepido pomeriggio al Valentino, ho immortalato alcuni fiori di ciliegio bellissimi e soli.

Erano soli e io ho voluto avvicinarmi a loro per esprimere la mia ammirazione per questa loro delicatezza e grazia che ogni volta sa riportarmi in Giappone in un istante.

Vi regalo questi scatti col cuore.

Dimenticavo: se qualcuno di voi e` a Torino e ha piacere di frequentare un piccolo corso introduttivo e di base alla lingua giapponese, me lo dica per favore. Vi spieghero` poi perche`.

5 commenti:

Anna.lafatina ha detto...

Magari fossi a Torino! Sarei la prima allieva!!!
Un bacio Mari. Kisu

Hobbit84 ha detto...

Che bello tornare a leggerti. Mi accompagni, con la tua poesia, da anni. Buona estate :)

Hana ha detto...

E' sempre un piacere tornare a leggerti.
E quante cose belle ti sono accadute!
Anche se il tempo si contrae e riduce spero tu possa trovare sempre ogni giorno qualcosa di bello e prezioso da custodire nel cassetto della memoria e in quello del cuore: un volto amico e caro, un fiore che sboccia, un po' di Giappone che inaspettamente fa capolino e così via ^_^
E poi tanti auguri per questo corso di giapponese! Spero che ci sia abbondanza di allievi!

Kaito Fujiwara ha detto...

Adoro leggere i tuoi post. Peccato però che sono lontano da Torino, perché altrimenti sarei venuto molto volentieri.

Kaito Fujiwara ha detto...

Adoro leggere i tuoi post. Peccato però che sono lontano da Torino, perché altrimenti sarei venuto molto volentieri.