venerdì, aprile 10, 2009

Qualche riflessione

(Un antico jizoo in meditazione; foto scattata a Kamakura da mia cognata)

Dopo davvero molti giorni, eccomi di nuovo qui.

Sono tantissime le visite al blog che ho ricevuto in queste settimane, e altrettanto numerose sono state le email che ho ricevuto da parte di persone interessate a fare acquisti dal mio bazar. Ringrazio tutti voi che mi leggete e che mi scrivete! Grazie davvero!
Il bazar, purtroppo, e' ancora inattivo ma e' mia intenzione riprendere a tutto sake' a partire dalla fine della prossima settimana, postando foto di tutti gli articoli che mi sono rimasti nel bazar e che vendero' a prezzi speciali! Quindi non dimenticatevi di venire a dare un'occhiata alla mia vetrina!

Che dirvi? Queste sono state settimane intense; la visita di mia sorella (che si concludera' domani, ahime'); la visita da parte di mia cognata Mari e di mio cognato Victor; un bellissimo ed inaspettato regalo da parte di una cara amica, nonche' affezionata lettrice del blog, e tanto altro ancora.
E' stato un periodo di felicita', sorrisi ed abbracci, ma e' stato anche un periodo di arrivederci ed addii.

Dovrei prepararmi psicologicamente a salutare mia sorella domani all'aeroporto, ma so gia' che non ce la faro' ad affrontare questo nuovo distacco con risoluta pacatezza. Nossignore. La testa ha gia' iniziato a farmi male per colpa di sconsolati pianti poco liberatori che tentavano, invece, di donarmi tranquillita' e sollievo.

Ma aspettero' fino a domani o dopodomani per dare spazio alla mia malinconia, a quella malinconia post-partenza che mi assale con insistenza, specialmente al tramonto.

E' davvero incredibile: si dice che il tempo scorra sempre alla stessa velocita', ma delle volte mi viene da non crederci e vorrei poter smentire questa verita' matematica che ha l'aria di ergersi sopra tutto e tutti con nauseante alterigia.

I giorni passati qui in compagnia di Annalisa sembravano composti da una manciata d'ore l'uno. Ci si alzava al mattino e - in men che non si dica - il sole stava gia' uscendo di scena, nascondendosi timidamente dietro il sipario delle montagne del Tanzawa.

Ma riprendero' piano piano i miei ritmi soliti e con essi riprenderanno anche i miei articoletti qui sul blog. E' la rassicurante regolarita' della mia routine quotidiana a ridarmi equilibrio, entusiasmo e voglia di fare.

Prima, pero', non posso non volgere lo sguardo all'immane tragedia che si sta abbattendo sull'Abruzzo. La profonda tristezza e l'indescrivibile sgomento che sto provando davanti a tutto cio' mi hanno davvero sconvolta.
L'inutilita' delle mie parole davanti alla furia omicida di una calamita' naturale che non perdona e' desolante, ma e' un modo per ricordare e far ricordare.

Ed ecco che ritorna con prepotenza la riflessione sulla fragilita' della vita umana e su quanto sia immensamente importante far tesoro di ogni attimo concessoci. Sembra un discorso banale, di quelli che sembrano voler dire tutto ma che in realta' si gonfiano solo di apparente solennita', pero' per me questo e' un tema fondamentale. Credo fermamente nell'apprezzare ogni attimo, ogni istante, i nostri cari perche' tutto questo potrebbe venirci crudelmente sottratto in un batter d'occhio.

Penso alle centinaia di vittime innocenti di questa tragedia, e penso a quanto sia ingiusto perdere la vita cosi', con la stessa facilita' con cui un leggero sbuffo di vento fa scoppiare una bolla di sapone.

Un pensiero sincero e che viene dal cuore a tutti coloro che, a causa del terremoto, hanno perso la vita.

Un pensiero altrettanto sincero e che viene dal cuore anche a chi ha perso tutto quello che aveva.

Non potendo far molto altro, a voi dedico l'eterna e malinconica bellezza dei fiori di ciliegio i cui petali regalano uno sprazzo di luce rosa a chi li osserva per poi, inesorabilmente, lasciarsi cadere, trasportati da un soffio di vento che li conduce per prati e campagne, per strade di montagna, sopra i tetti di una grande citta', oppure sulla superficie di un ruscello.

10 commenti:

Snooky doodle ha detto...

che tristezza. E propio dificile il dl distacco dalle persone amate. Il tuo blog mi piace anch se non lo visito tanto spesso mi piacce propio leggerlo. complimenti e buona Pasqua

Anna lafatina ha detto...

Buona Pasqua Mari...
Siamo tutti in ansia per il terremoto anche perchè alcune del nostro forum abitano proprio lì.
La più colpita (che ha la casa inagibile e sta dormendo in tenda) è Rumiko che conosci anche tu..
Siamo in ansia per lei e aspettiamo nuove notizie...

Le Pappe di Alessandra! ha detto...

Ciao Marianna,passo qui per farti gli auguri di Buona Pasqua!
La lontananza da chi si ama è dolorosa,non ci si abitua mai,ma avere un rapporto così stretto e profondo con tua sorella e la tua famiglia non credo capiti sempre :D

Ho letto con molto piacere il tuo aggiornamento,anche se coincide con un momento triste e silenzioso qui in Italia.

Spero di ritrovarti presto!

aerie ha detto...

Immaginavo che fossi molto presa.
E giusto così!
Spero che la primavera giapponese allevi la tua malinconia.
Un abbraccio.

~ Lufy ha detto...

Io abito nelle Marche e ci sono terremoti ogni giorno.
Terribile, sono impaurita molto.

Per fortuna sei tornata Mari, che ci dai questi sprazzi primaverili!

Buona pasqua, speriamo che tutto finisca bene (anche se questa storia è cominciata in modo orribile!)

Un abbraccio,
Ludy

Kuri ha detto...

carissima, il periodo non è proprio dei più positivi. Mi auguro con tutto il cuore che le tante persone rimaste senza nulla trovino presto la forza di ricostruire la loro vita.
Mi auguro anche che lo stato mantenga davvero le tante promesse fatte in questi giorni......

Sono felice che il mio pensiero ti abbia regalato un sorriso.

Un abbraccio grande e buona Pasqua a te ed a tuo marito.

Tizy ha detto...

Eh si l'Abruzzo lo abbiamo seguito passo passo tutti i gironi con interminabili ore di tg, alla fine la gente era stufa di questo interesse mediatico troppo forte...non tanto per l'interesse quanto per la bramosia dei giornalisti di riprendere ogni singola scena, a volte arrivando anche all'esasperazione.
Pensa che una stupida io la definisco così, ha aperto le portiere della gente ke dormiva in auto, a forza, pur di strappare un intervista, e in una rete evito d far nomi, si son pure vantati del fatto che hanno fatto molti ascolti ....la sporcizia c'è sempre purtroppo e si rifà col dolore della gente.

sakura ha detto...

Ciao spero presto di poter trovare qualcosa di carino nel tuo bazar, ma se mi interessasse qualcosa in particolare riusciresti a procurarmelo? ( es. una obi )

Ciao dalla tua e anche dalla mia Torino

biancorosso ha detto...

Ciao Snooky Doodle,
Grazie per la visita ed il commento, e grazie per i complimenti che fai al mio blog!

Ciao Annina,
Grazie della visita e del commento!
Quando ho saputo della tragedia in Abruzzo, mi e' subito venuta in mente Rumiko e la sua famiglia! Ero molto in ansia per lei e infatti l'ho subito contattata e ho anche contattato Piccola Tempura per sapere se avesse gia' ricevuto sue notizie. Mi sono quindi sentita con entrambe e sono a disposizione per qualunque aiuto.
Annina, anche se in ritardissimo, Buona Pasqua anche a te! :)

Cara Alessandra,
non sai che piacere risentirti! In questo mio periodo di vacanza non ho avuto molto tempo per tenere aggiornato il mio blog e nemmeno per leggere quotidianamente i miei blog preferiti, come il tuo! Ora, pero', recuperero'!
Alessandra, ti mando un abbraccio grande cosi'!

Cara Aerie,
grazie della visita e del commento!
Ricordo che mi avevi detto che stai progettando un viaggio da queste parti, e volevi sapere se maggio (giusto?) fosse un periodo ideale per venire in Giappone. E prima che mi dimentichi, ti rispondo: il maggio giapponese e' un mese splendido, soprattutto dal punto di vista climatico.
Penso pero' che il periodo migliore (parlando di primavera, perche' altrimenti dovrei consigliarti anche il magnifico autunno giapponese)sia il periodo tra le ultime due settimane d'aprile e i primi di maggio.
In aprile c'e' la fioritura dei ciliegi che, come immaginerai, e' uno spettacolo assolutamente strabiliante e da non perdere! Inoltre, in questo periodo, le temperature sono PERFETTE!

Come osservavi giustamente tu, e' meglio evitare la settimana d'oro non solo per i prezzi (questi non credo cambino piu' di tanto, soprattutto in certe zone centrali dove in genere sono sempre gli stessi), quanto per le folle soffocanti che trovi dovunque. Gia' il Giappone (soprattutto Tokyo e dintorni) e' affollatissimo di suo, ma durante la settimana d'oro il numero di persone aumenta esponenzialmente a causa del forte flusso turistico straniero, ma anche a causa dell'altissimo numero di giapponesi che, approfittando della settimana di vacanza, vengono a fare un giretto nella capitale!

Se hai altre domande, io sono a tua disposizione! Ciao cara Aerie! :)

Cara Lufy,
Che piacere risentirti!!
Non sapevo che anche le Marche fossero territorio sismico! Mi dispiace! Penso sia un po' come qui dove, quasi giornalmente, sentiamo scosse piu' o meno intense.
Ti mando un abbraccio grande!

Carissima Kuri,
mi associo a te in questo tuo augurio affinche' chi ha perso tutto non venga lasciato solo, ma riceva tutta l'assistenza che merita. Penso sia proprio in questi casi che lo Stato debba essere piu' presente che mai, accantonando chiacchiere inutili, ipocrisie, promesse vuote, ecc.
Ho provato ad immaginare cosa si possa provare nel vedersi sottrarre, dall'oggi al domani, tutti i propri averi (e nei casi piu' drammatici, persino i propri cari), ma non ci riesco. Riesco solo a percepire una punta di un dolore cosi' immenso da poter essere compreso appieno solo da chi - ahime' - deve viverlo.
Kuri, ti ringrazio ancora per lo splendido regalo che ci hai mandato!
Un abbraccio fortissimo!

Ciao Tizy,
Grazie della visita e del commento!
Prima che dimentichi, vorrei farti tanti complimenti per la pubblicazione del tuo libro! L'hai menzionato in uno dei tuoi commenti di ieri, e quindi ci tenevo a farti i miei complimenti! Di che libro si tratta? Come s'intitola? Sono molto curiosa!!
Per quanto riguarda cio' che mi dici a proposito del nauseante interesse mediatico su questa brutta faccenda del terremoto, non posso che darti ragione nell'essere disgustata dalla sete insaziabile di notizie che buona parte del pubblico spesso dimostra in questi casi; non sembra pero' una semplice voglia di sapere per tenersi informati, ma solo una morbosa curiosita' che li porta a divorare ogni straccio d'intervista, reportage fotografico, ecc. Molto molto triste nonche' squallido.
Pur rispettando profondamente i giornalisti e la loro professione, mi chiedo quanti di loro (anche quelli apparentemente piu' seri) sarebbero disposti a ricorrere a queste infime tattiche che agiscono nella totale mancanza di rispetto per il dolore e per la privacy altrui, pur di accaparrarsi uno scoop, o un bell'articolone da prima pagina e che fruttera' loro bei gruzzoli.
Mi chiedo fino a che punto arrivi l'integrita' del giornalista e dove cominci il giornalismo selvaggio e incurante di tutto e tutti, ad eccezion fatta per il portafoglio e per la notorieta'.
Ciao Tizy cara, un abbraccione!

Ciao Sakura,
grazie della visita e del commento!
Cerchero' di aggiornare la vetrina questa settimana. Per quanto riguarda gli obi, potrei provare a venderne qualcuno. Mi e' piu' facile reperirne di "vintage" perche' sono decisamente piu' economici di quelli nuovi.
Ciao e grazie ancora della visita!

italian_shoegal ha detto...

Io ed i miei familiari abbiamo sfiorato la tragedia per un soffio. Personalmente trascorrevo gran parte delle mie giornate a L'Aquila per motivi di studio. Abbiamo perso i palazzi del centro storico, sedi della nostra facoltà. Confidiamo in un futuro sereno e ci riteniamo più che fortunati.

Gloria