giovedì, giugno 18, 2009

Una vecchia marionetta e katorisenkoo

(La mia marionetta di legno raffigurante Ikkyuu-san)

Oramai lo sapete: sono una curiosona e non appena mi si presenta l'occasione di andare a ficcanasare fra vecchie cianfrusaglie alla ricerca di semplici tesori che mi catturino il cuore, di certo non mi tiro indietro.

E proprio durante una di queste mie spedizioni esplorative nel mondo degli oggetti dimenticati dal tempo e dalla gente, lasciati ingrigire ed impolverare in maleodoranti scatoloni di cartone spesso, ingiustamente bistrattati da chi ormai non ha piu' interesse alcuno nei confronti di questo ciarpame nostalgico e che puzza di un passato sbiadito e noioso, che ho incontrato un simpatico personaggio.

Un personaggio sorridente e allegro. E' una marionetta di legno e il suo nome e' 一休さん Ikkyuu-san.
Ikkyuu-san e' un famoso personaggio di un manga che ha riscosso moltissimo successo qui in Giappone. Questo manga racconta le avventure di un bambinetto di nome Ikkyuu-san che, volendo diventare un bravo monaco zen, fa apprendistato all'Ankoku-ji 安国寺 un antichissimo tempio situato nella Prefettura di Hiroshima.

Il piccolo Ikkyuu-san e' un bambino allegro, noto per la sua proverbiale sagacia che lo porta alla soluzione di mille problemi, problemi che sono al centro delle tante avventure dell'esilarante apprendista monaco.
Ma Ikkyuu-san non e' un personaggio del tutto fittizio; il suo autore 水島新司 si e' ispirato alla figura di Ikkyuu, un vero monaco buddista e poeta vissuto a cavallo tra il Trecento e il Quattrocento.

Una vecchia marionetta composta da pochi pezzi semplici di legno dipinto, un goccino di colla ed un cordino rosso con cui farle muovere le gambe e le braccia. Un giochino d'altri tempi; un balocco che profuma di un'epoca in cui i bambini trascorrevano interminabili ore a giocare con oggetti semplici come le trottole, le corde per saltare, i trenini di legno, e tutto cio' che creava la fantasia.

Ieri ho brevemente menzionato il katorisenkoo, ovvero un tipo d'incenso usato in estate per tenere lontane le zanzare. Ebbene, nonostante i famelici insetti fortunatamente non siano ancora giunti a banchettare da queste parti, oggi sono andata al supermercato a comprare una confezione di katorisenkoo in preparazione delle prossime e torride settimane. Ma sono andata a comprare quest'incenso anti-zanzare con un certo anticipo proprio per potervelo mostrare!

Noterete come i katorisenkoo siano molto simili - quasi identici - agli zampironi.

I katorisenkoo, pero', hanno un odore particolarissimo e che anche nel bel mezzo di un gelido e cupo dicembre saprebbe riportarvi con la mente in un agosto assolato, magari seduti in spiaggia con i piedi ricoperti di sabbia brillante, ad osservare l'orizzone mentre un luminoso sole arancione ammira e rimira la superficie del mare calmo.

Il loro odore e' leggermente medicinale e mi ricorda molto il profumo che sento sempre vicino al giardino del mio tempio di zona. E' un odore che ricorda la fragranza di certe erbe medicinali, di certi unguenti balsamici e benefici.
Rimango sempre incantata nell'osservare le scatole metalliche dei katorisenkoo perche' sfoggiano intricati decori che mi portano - seppur solo con la fantasia - indietro di quaranta o cinquant'anni fa, in un Giappone squisitamente Shoowa. Immagino queste confezioni uguali a quelle di adesso; le immagino sugli scaffali di minuscole drogherie di quartiere, quelle drogherie che profumavano di detersivi, te' sfuso, incenso, salsa di soia e belletti; immagino quelle scatole ordinatamente riposte in armadi di qualche vecchia casa; le immagino sui prati o in qualche giardino a far da implacabile anti-zanzare in occasione di pic-nic o cene all'aperto.

Spero sempre di trasmettervi un po' di Giappone, soprattutto un po' di quella quotidiana magia che si chiama lento transitare delle stagioni.

9 commenti:

~ Lufy ha detto...

Ciao Mari,
quest'ultimo periodo non ho molto tempo per commentare i tuoi articoletti purtroppo!

Volevo chiederti una cosa:
probabilmente per gennaio prossimo organizzerò un viaggio di un paio di settimane per il Giappone. Siccome pensavo di farlo dal 31 dicembre al 15 gennaio circa volevo sapere se questo è un buon periodo, se ci sono taantissime chiusure per ferie o cose simili.
Magari è un pensiero stupido, ma non vorrei ritrovarmi a dover ammirare solamente le vetrine irrimediabilmente chiuse!

Grazie mille!

p.s. voglio anche io una confezione di katorisenkoo *_*

sakura girl ha detto...

non so come mai, ma anche questo post mi ha trasmesso una sensazione di nostalgia, una sensazione di quello che è passato e che non tornerà, a meno che non saremo noi a volerlo far tornare nella nostra mente, nei nostri ricordi, nei nostri gesti quotidiani!!!
attimi che ritornano quando si riassapora un certo profumo, quando si sente una canzone, quando si ha l'impressione di aver già vissuto quel momento o di aver già visto quel posto...solo brevi secondi che però trasmettono la tranquillità dell'infinito!!

magari in una vita passata, anch'io vivevo in giappone....

ciao!

gaia

Simo ha detto...

http://www.kathay.it/dovesiamo.htm

Ciao,
posso approfittare del tuo blog per comunicare la scoperta di un negozio a Milano dove si trovano dei prodotti giapponesi? Si chiama KATHAI, qui c'è il link
http://www.kathay.it/dovesiamo.htm

proprio ieri facendoci un giro ho trovato quelle meravigli di cui parli spesso tu, persino i wagashi, così posso provare le ricette sfiziosissime di cui parli.

Graze per le tue idee sempre favolose.

Rinoah

sakura girl ha detto...

grazie mille simo x la dritta!!!!
ci farò subito un giretto!! ^_^

gaia

Lena ha detto...

Stamane è ripartita l'amica giapponese che ho avuto ospite nell'ultimo mese, e proprio ieri sera durante una cena in terrazza lei si è mostrata abbastanza stupita dalle nostre candele di citronella, spiegando come nella zona in cui lei vive le zanzare siano un vero problema e che l'unico modo per contrastarle siano proprio quelle spirali profumate, che non sempre però hanno effetto...
Sinceramente solo ora, vedendo quelle scatole e leggendo le tue sensazioni nostalgiche, capisco come mai la mia amica non sia ancora stata tentata dalla ricerca di un metodo per lei più efficace...
Come al solito sai dare una prospettiva di profondità anche alle piccole cose!

babi ha detto...

Queste scatole sono meravigliose Biancorosso! Ma sai che ti invidio un po', anch'io vorrei stare in Giappone adesso. Non saprei spiegarti da dove nasce il mio amore per questo Paese, visto che non l'ho mai visitato. E' possibile amare un posto senza esserci mai stati?

Krishel ha detto...

Di Ikkyuu-san hanno fatto anche una serie di cartoni animati che io ho visto di tanto in tanto. E' da li che ho cominciato a maturare l'amore per il Giappone. In effetti le soluzioni che questo bambino saggio riusciva a trovare anche nelle situazioni più difficili era davvero strabiliante.

Tizy ha detto...

Ke meraviglia e i colori stupendi
rimango incantata....sai mary venerdì a lavoro m son tagliata bene bene un dito sbucciando una mela avevo le mani lavate di sangue e ho lasciato le tracce x tt il corridoio....aiutoooo men male ora sto meglio e posso riscrivere la A...ehehehheheh

aerie ha detto...

Funzionano questi zampironi?
Quelli "italiani" hanno un'odore che non sopporto, ma quest'anno le zanzare sembrano particolarmente cattive e vorrei qualcosa per allontanarle. ^_^