domenica, novembre 11, 2007

Sbirciando in vetrina...

...cosa troviamo?

Un paio di articoli carini che sapranno regalarvi tanti tanti sorrisi!

Di alcuni di questi articoli (specifichero' quali) ho solo un pezzo. Degli articoli rimanenti, invece, ho piu' pezzi e ho comunque la possibilita' di procurarmene altri.

Ma non perdiamo altro tempo! Andiamo di corsa a sbirciare la mia vetrinetta!
E non dimenticatevi di mandarmi una mail se avete bisogno di info o volete fare un'ordinazione.
Coloro che hanno uno o piu' ordini in sospeso, riceveranno aggiornamenti questa settimana.

E ancora una cosa: non dimenticatevi di tornare qui su Biancorosso poiche' domani (o al massimo martedi') pubblichero' la lezione di cucina con Akiko-san sul tempura!!

Mimashoo!

PICKS PER BENTO: ANIMALI DELLA GIUNGLA & CREATURE MARINE
*Quasi sempre disponibili. Chiedere per maggiori info.
Questo e' un nuovo articolo qui sulla vetrina di Biancorosso Bazar!
Sono set costituiti da 10 picks da bento l'uno. Il primo set e' dedicato agli animali della giungla, mentre il secondo alle creature marine. A voi la scelta!
Prezzo per ogni set (giungla o creature marine): 3 euro
*Di questo articolo e' possibile ordinarne piu' pezzi poiche' mi e' facilmente reperibile.

FORMINA PER WURSTEL CON GRANCHIETTO
*Disponibile, ma non sempre. Chiedere per maggiori info.
Di solito in vetrina ho questa stessa formina, ma col tulipano. Oggi, invece, vi offro anche questo simpatico granchietto!
Prezzo: 3 euro
* Quantita' disponibile: 1 pezzo.
Made in Japan
BOTTIGLINE PORTASALSA ASSORTITE
*Spesso disponibili. Chiedere per maggiori info.
Penso che queste siano le mie bottigline da bento preferite! Mi piacciono un mondo! Ma non sono carinissime?
In questa busta troverete due bottigline a forma di tradizionale contenitore per salsa di soia, piu' tre bottigline a forma di panciute carotine!
Prezzo: 3 euro
Made in Japan
Quantita' disponibile: 1 pezzo.

BARATTOLO DA TE' DI HAYASHI SEIICHI
*Venduto a Giulia V.


OBENTOO SUTORAPPU -PENDAGLI PER CHIAVI / CELLULARI, CON MINI-BENTO!
*Venduti


Itadakimasu!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Mari,
ti volevo chiedere se potevo avere i picks con gli animaletti marini al posto di quelli che ti avevo richiesto e il granchietto al posto dei tulipano (formina wurstel). Se è possibile altrimenti non importa. Spero ti sia arrivata la mia mail di risposta, fammi sapere perchè se non ti è giunta te ne mando subito un'altra. Baci Chiara

biancorosso ha detto...

Ciao Chiara! :)

Grazie per essermi passata a trovare! :)
Si', ho ricevuto la tua mail e ti avrei risposto a breve. :)
Mi potresti fare una cortesia? Potresti mandarmi una mail con un riepilogo degli articoli che mi hai richiesto? Grazie!!
Comunque, se vuoi posso gia' metterti da parte i picks degli animaletti marini e la formina per wurstel con il granchietto. ;)
Anzi, le segno gia' come prenotate! :)

Sakura ha detto...

Ciao, mi spieghi perchè si dice tempura e non tenpura?
Sapevo che in giapponese esisteva solo la enne "da sola", è un dubbio che ho da molto!
Grazie mille!!

SumirE ha detto...

ciao..la mia mail arrivata?
ho cominciato a ordinarti qualcosina^^
un bacione

biancorosso ha detto...

Ciao Sumire! :)
Grazie per essere passata a trovarmi! Si', ho ricevuto la tua mail e ti rispondero' al piu' presto. :)
Scusami per il ritardo.

Sakura,
grazie di essere passata a trovarmi.
Effettivamente in giapponese esiste appunto il suono "n" da solo.
La "m" che spesso appare nella traslitterazione in romaji nasce semplicemente dal fatto che in alcune lingue occidentali (vedi l'inglese o l'italiano) il suono "np" non viene molto naturale, mentre viene d'istinto rimpiazzare la "n" con la "m".
La parola "tempura" in giapponese in realta' si scrive proprio: te-n-pu-ra, cioe' con quella "n" solitaria.
Nella traslitterazione, sarebbe effettivamente piu' corretto dire tenpura anziche' tempura, ma questa e' diventata una parola oramai cosi' nota scritta con la "m" che magari scritta con la "n" potrebbe confondere, non so. E' una mia ipotesi.

Comunque, al giorno d'oggi molti libri di testo adottano o un sistema o l'altro. Ci sono quelli che tranquillamente usano la "m" nelle traslitterazioni, e quelli piu' puristi che invece preferiscono le "n".
Concordo di piu' col secondo metodo, anche se in casi di parole cosi' note come appunto "tempura" a volte viene piu' semplice usare la grafia piu' nota.

Un altro esempio di parola che subisce lo stesso trattamento: Shimbashi. Questo e' il nome di un quartiere di Tokyo.
Andando alla stazione di questa zona, vedrai proprio scritto ShiMbashi, con la "m", ma in realta' andrebbe usata la "n".
Anche questo, come tempura, e' uno di quei casi in cui il nome e' piu' noto scritto con la "m" che non con la "n".

Spero si sia capito qualcosa! :D
Ciao Sakura, a presto!

Anonimo ha detto...

tieni anche conto che "tempura", per il fritto in pastella, è in nome che i giapponesi hanno "inventato" quando hanno modificato la ricetta portoghese delle verdure fritte che si facevano per le Quattro Tempora ;-)

Sakura ha detto...

Grazie della spiegazione!
Sei un vero tesoro!

musa capricciosa ha detto...

Ciao Mari!
Tutto bene in Giappone? Ho notato solo ora che siamo "sorelle" di orologio!!!

:-P

S.V.

(p.s. non vedo l'ora di ricevere il bento sakura...come procede la ricerca di un bento dark?)