venerdì, novembre 02, 2007

Tempura, Ebi-tendon e ramen!!

Ieri sera, dopo aver sbrigato alcune commissioni, siamo tornati a casa con l'intenzione di preparare qualcosa per cena. Solo che avevamo troppa fame, in frigo c'era poco e io non avevo granche' voglia di mettermi a trafficare ai fornelli, anche perche' ero troppo emozionata per il nuovo programmino Nintendo DS Lite che mi sono comprata ieri! Ve ne parlero' poi meglio la prossima volta, ma intanto vi dico come si chiama: Edamoto Nahomi no Shiawase Kicchin 枝元なほみのしあわせキッチン (La cucina della felicita'- di Edamoto Nahomi)! Eccolo qui!!
Ero cosi' contenta perche' lo volevo da un po' questo programmino, e finalmente l'ho preso!
E' tipo Cooking Mama (questo me l'ha ordinato in inglese mio marito, e dovrebbe arrivare la settimana prossima!), ma anziche' essere messi alla prova in cucina sotto l'occhio scrutatore ed attento di Mama, qui si segue la storia di Komugi-chan (la bambinetta coi codini biondi che vedete in fondo a destra) e dei suoi amici. Komugi-chan vuole imparare a cucinare per fare una sorpresa al papa' che non vede mai e che torna ogni tanto a casa da lunghi viaggi d'affari. Komugi-chan, quindi, chiede aiuto a Edamoto-san, un'esperta di cucina, affinche' le insegni a preparare tante cose buone!
Edamoto-san esiste per davvero ed e' quella signora che vedete raffigurata sulla copertina del gioco, in mezzo alle due bambine.
In Shiawase Kicchin, Edamoto-san appare in versione cartone animato, ed e' carinissima!
Ci ho gia' giocato ieri sera dopo cena, e mi sono divertita come non mai! Assieme a Edamoto-san s'impara non solo a cucinare tanti piatti giapponesi (e non), ma s'impara ad apparecchiare correttamente la tavola alla maniera giapponese, e s'imparano pure un sacco di nomi di utensili ed altri oggetti che comunemente si trovano in una cucina nipponica.
E' un programmino davvero simpatico, gradevole e ben fatto! Non solo e' divertente, ma mi e' anche utile per esercitarmi col giapponese! Sugoiii!!

Cosa stavo dicendo? Ah si! Ieri alla fine non ho avuto voglia di cucinare niente, e cosi' mio marito ed io siamo andati al nostro ristorantino di zona preferito, ovvero Seigetsu 盛月, e li' abbiamo gustato due prelibatezze da leccarsi i baffi e le orecchie!
Vado? Vado!

Per cominciare, ecco il divino 盛月さんのてんぷら定食 seigetsu-san no tempura teishoku, ovvero il tempura set di Seigetsu-san che ho ordinato per me!
Partendo da sinistra verso destra in senso orario: riso al vapore, tempura mista (zucca giapponese, carote, melanzane, funghi, shishitoo o peperoncini verdi giapponesi, gamberi, sogliola), tsukemono (verdure sottaceto giapponesi), zuppa di miso con striscioline di aburaage o tofu fritto, tentsuyu o salsina per intingere i pezzi di tempura.

Vedete come la scodella di riso sia SEMPRE messa a sinistra, si puo' dire vicino al cuore.

Preparare un buon tempura non e' cosa semplice, e difatti e' considerata una delle abilita' piu' difficili da apprendere in cucina.
Per il tempura e' necessario non solo saper preparare una pastella perfetta e che non sia ne' troppo liquida ne' troppo spessa, ma bisogna che sia anche della temperatura ideale.
Lo stesso vale per l'olio di frittura che non puo' mai scendere al di sotto di una certa temperatura.
Insomma, la buona riuscita di un tempura fatto bene dipende da molti fattori, ed ognuno di questi fattori merita grande attenzione.

La prossima lezione di cucina di Akiko-san vertera' proprio sul tempura! E' inutile dire che fotografero' l'intero procedimento e riportero' qui su Biancorosso le immagini passo passo della ricetta, piu' la ricetta stessa spiegata in modo dettagliato.

Mio marito, invece, ha ordinato えび天丼 l'ebi-tendon, ovvero tempura di gamberoni adagiati sopra un letto di riso al vapore e condito con una salsina saporitissima! L'ebi-tendon e' accompagnato da una scodella di zuppa di miso e aburaage, ed un piattino di tsukemono.
Notate l'eleganza del contenitore usato per servire l'ebi-tendon!
Come potete vedere, la scatola laccata contenente l'ebi-tendon e' stata messa a sinistra perche' contiene il riso, mentre la zuppa di miso e' stata anche qui posizionata tradizionalmente a destra.

Entrambi i piatti erano squisiti. Non riesco nemmeno a descrivere la bonta' di questi cibi perche' se ci provassi probabilmente non renderei l'idea, e quindi l'unica cosa da fare e' venire ad assaggiarli personalmente da Seigetsu che rimane uno dei migliori ristoranti giapponesi che abbiamo mai provato in tutta la nostra vita!
La cura con cui ogni cosa viene preparata e presentata ai commensali e' senza paragoni.
Qui il concetto di fast-food non e' mai arrivato, e mai arrivera'. E menomale!
Da Seigetsu si respira un'aria di altri tempi, di piatti fatti a regola d'arte e secondo le antiche tradizioni e ricette. Ricette tramandate di padre in figlio, e gelosamente custodite.

E ieri a pranzo, invece, avevo voglia di farmi una bella scodellona fumante di ramen!
Mi sono preparata gli shooyu ramen Charumera, ovvero i ramen alla salsa di soia.
Questi sono ramen che vendo anche nel mio negozietto, per cui se siete curiosi e volete assaggiarli, continuate a leggere!!
Un pacchetto basta abbondantemente per una persona. Volendo, lo si puo' dividere in due ma ne verrebbero fuori due porzioni abbastanza microscopiche, purtroppo. I giapponesi sono abituati a consumare grosse porzioni di ramen perche' il ramen e' un piatto unico, quindi deve riempire bene bene.
Per la preparazione, servono 500ml d'acqua che metteremo a bollire.
Nel frattempo, potete prepararvi alcuni ingredienti che userete da mettere sopra i ramen per dare piu' sapore alla zuppa.
A me piace usare dell'uovo sodo tagliato a fettine, del naruto (di questo sono smodatamente golosa), carotine, un po' di spinaci e magari del maiale o pollo arrosto se ne avete.
Ieri ho usato un po' di carota, qualche fettina d'uovo sodo e del naruto.
Il naruto e' un tipo di kamaboko molto utilizzato qui in Giappone, e si riconosce subito per via di quella spirale rosa che appare al suo interno.
Il naruto non e' altro che un kamaboko normalissimo, ma che viene modellato a forma cilindrica e al quale viene fatto quel disegno rosa.
La parola naruto in giapponese significa mulinello, e viene usata per descrivere disegni a forma di spirale.
Non sono esperta di cartoni, ma credo che Naruto Uzumaki, il personaggio principale del manga Naruto, si chiami cosi' perche' e' un gran golosone di ramen.
Tra l'altro, anche la parola uzumaki significa spirale.

E anch'io come il personaggio di questo manga, sono una grande golosona non solo di ramen ma anche di naruto. Ecco quello che ho comprato io al supermercato:
Come vedete, e' il naruto e' tipo un grosso surimi venduto in confezioni singole.
Ecco come si presenta da vicino:
Ed ecco alcune delle fettine che utilizzero' per i miei ramen!
Quando l'acqua comincia a bollire, mettere a cuocere la mattonella di ramen senza spezzarla.
Lasciatela cuocere per tre minuti.
Trascorsi i tre minuti, spegnete il fuoco, e versate nella pentola i condimenti inclusi nel pacchetto.
Mischiate bene e versate il tutto in una scodella. Guarnite a piacimento e..voila'!
いただきます!!!Itadakimasu!!!

11 commenti:

K & S ha detto...

that looks really good! itadakimasu!

Anna lafatina ha detto...

Anche io ieri sera ho mangiato i Ramen ma non avevo il kamaboko/naruto... peccato. Mi piacerebbe sentire che sapore ha.

Reira ha detto...

Ciao, sono Miki(Reira) e anche io arrivo da pazze per il bento! è da tanto che leggo il tuo blog ma fin'ora sono sempre rimasta nell'ombra... era ora di dare una svolta e commentare!!!! complimentissimi per il tuo blog meraviglioso che mi fa sempre sentire un po' in giappone (anche se non ti dico la tristezza di quando torno alla realtà e mi accorgo di non essermi schiodata da Milano)
wow il giochino per il DS deve essere meraviglioso, non vedo l'ora di saperne di più!!
baci!

Anonimo ha detto...

Hey Mari, gnam che fame che mi hai fatto venire deve essere tutto così buono....
Ti ho mandato la risposta alla tua mail fammi sapere se l'hai ricevuta.
Baci
Chiara

Anna lafatina ha detto...

Ma se una povera italiana volesse avere questi giochini cosa dovrebbe afre? conoscere perfettamente il giapponese o c'è uan traduzione/versione anche in italiano?
Attendo in ansia...

Bia ha detto...

Yum! Anch'io, coi primi freddi, mangio spesso i ramen o la soba in brodo. E al posto del naruto spesso uso proprio il banale surimi^_^
Aspetto con ansia la ricetta sul tempura. Ho provato a farlo e, anche se mi viene, assorbe più olio di quanto dovrebbe. :(

Anonimo ha detto...

Ciao Mari. Qui in Italia da anni ormai la cucina giapponese è di gran moda, se ne fa un gran parlare nelle trasmissioni televisive e ogni cuoco dà una propria ricetta della pastella per la frittura giappo!
Sono davvero curiosa di sapere, tramite te, come i giapponesi fanno la vera tempura, gli ingredienti, i passaggi, l'olio, i tagli degli alimenti, ecc.
Grazie per tutto quello che scrivi e per come lo scrivi.
Un abbraccione
Cla

biancorosso ha detto...

Dear Kat,
Thank you so much for your visit!! :)

Annina,
stavo per dirti che purtroppo dovevi rassegnarti a prenderti il giochino in giapponese quando ho scoperto, con grande gioia, che esiste anche in italiano!! La versione italiana s'intitola: Giulia Passione Cucina - Happy Cooking!!
Non ti dovrebbe essere affatto difficile trovarlo! :)
Ti lascio il link:
http://www.internetbookshop.it/videogioco/3307210258151/NINTENDO-DS/Giulia-Passione-Cucina---Happy-Cooking.html
I personaggi sono pu' o meno gli stessi, anche se hanno nomi diversi.
Anche la copertina e' diversa, ma il gioco e' quello!

Bia e Claudia,
Grazie dei vostri graditissimi commenti! :)
Appena ci sara' la prossima lezione di cucina con Akiko-san, postero' immediatamente le foto e tutta la spiegazione!
Spero vi sara' utile!

Un saluto a tutte voi dal Giappone! :)

biancorosso ha detto...

Reira,
Grazie del commento! :)

Non sai quanto mi faccia piacere sapere che il mio blog riesce a regalarti un pezzettino di Giappone, giorno dopo giorno. :)

Torna di nuovo a trovarmi, mi raccomando!! :)

Luminosa ha detto...

Oh che acquolina! Le foto sono veramente invitanti, che bei ricordi... siamo stati in Giappone questa primavera, e come si mangia bene lì!
Ciao!

biancorosso ha detto...

Ciao Luminosa,
grazie per essere passata a trovarmi!
Hai proprio ragione: qui in Giappone si mangia davvero bene! :)