giovedì, marzo 27, 2008

Il bento di Kyoko-san, un po' di spesa ed un'idea

Oggi e' venuta Kyoko a trovarmi, e mi ha portato una splendida sorpresa: un pranzetto fatto da lei!

Ma non un pranzetto qualunque! Un delicatissimo pasto servito in un preziosissimo bento laccato, e che appartiene alla sua famiglia da generazioni.

Come forse gia' sapete, il preparare un bento per qualcuno e' visto, qui in Giappone, come un gesto d'affetto. Quindi, come potrete facilmente immaginare, sono rimasta molto colpita da tutto cio'.
Insomma, e' inutile dire che quello di oggi e' stato un pranzo davvero speciale!

Partendo dall'alto, in senso orario:

stufato di melanzane giapponesi e foglie di wasabi
kinpira* di carote e gobo (radice di bardana)
fettine di maiale delicatamente cotte in salsa di soia e aceto di riso
un uovo sodo cotto anch'esso nella soia, e taccole
onigiri di edamame
tamagoyaki con alga nori

*La prossima settimana, Kyoko ha detto che m'insegnera' a preparare il kinpira! Ovviamente, non manchero' di scattar foto e di annotarmi per benino la ricetta da mettere poi qui sul blog.
D'altra parte, il kinpira e' pressoche' onnipresente in quasi tutti i bento in vendita qui in Giappone, quindi se amate preparare i bento, indubbiamente v'interessera' questa ricetta.

Era tutto incredibilmente squisito, veramente.

Un cibo amorevolmente preparato ha un sapore particolare, e che difficilmente troveremo in un ristorante o, peggio ancora, in un fast-food.

Ognuna di quelle pietanze aveva un suo gusto caratteristico, eppure nessuno di questi sapori prevaricava gli altri. Una vera armonia di profumi, di sapori, di colori e di forme.

La bonta' di quel kinpira mi ha lasciata davvero senza parole. Eppure, quel piatto e' frutto dell'unione di pochi e semplici ingredienti non pasticciati. Ma, si sa, anche in campo gastronomico spesso la semplicita' e' sinonimo di squisitezza.

E quello splendido bento!! Pensate che e' stato fatto ancora secondo i vecchi canoni della laccatura giapponese di cinquanta o sessant'anni fa.
Prendendolo in mano, con molta delicatezza, notavo la purezza del colore della lacca, ma soprattutto l'inaspettata leggerezza del bento stesso! Era come tenere in mano un piattino di balsa!

Kyoko mi diceva che, chiaramente, essendo molto delicato, va lavato ad una temperatura particolare. Immagino che assolutamente non si utilizzino spugne abrasive o detersivi troppo sgrassanti.

Ho davvero gradito questa magnifica sorpresa. E siccome so che Kyoko legge il mio blog :
恭子さん、お弁当をまことにありがとうございました!ごちそさまでした!

Ieri sera, invece, dopo essere tornata a casa dal supermercato ho avuto un'idea (anzi due, ma dell'altra vi parlero' a momenti). Ho pensato potesse essere interessante fotografare, ogni tanto, alcuni dei generi alimentari che acquisto al supermercato, con i relativi prezzi in euro.
Penso sia un modo utile per far si' che vi possiate fare un'idea dei prezzi qui in Giappone. Nel caso decideste di venire a farvi un viaggio, o se decideste di venire a vivere qui per un periodo di tempo piu' o meno lungo, avrete gia' un'idea, seppur approssimativa, del costo della vita.

Ecco la mia spesa di ieri sera. Su ognuno degli articoli, ho disegnato un numerino. Sotto la foto, troverete la lista numerata degli articoli con i rispettivi prezzi in yen e in euro.
1. Confezione di wurstel da 250g -- 350円 --> circa 2,23 euro
2. Bottiglia di salsa di soia biologica Yamasa da 500ml -- 298円 --> circa 1,90 euro
3. Confezione di farina bianca Nisshin da 1Kg -- 218円 --> circa 1,40 euro
4. Vasetto di curry in polvere da 58g -- 345円 --> circa 2,20 euro
5. Confezione da 10 uova -- 318円 --> circa 2 euro
6. Prezzemolo fresco -- 198円 --> circa 1,26 euro
7. Bustina di fagiolini freschi (circa 12-13 fagiolini) -- 178円 --> circa 1,13 euro
8. Una carota -- 58円 --> circa 37 centesimi di euro
9. Sacchetto da 6 patate medie -- 160円 --> circa 1 euro e rotti

In genere, se devo fare poca spesa, allora vado direttamente nei supermercati di quartiere, proprio come ho fatto ieri.
Nei supermercati di quartiere l'assortimento di articoli e' ottimo, soprattutto per quel che riguarda la frutta, la verdura, la carne ed il pesce.
In supermercati di questo tipo, pero', sono poco convenienti cose tipo i detersivi e prodotti per l'igiene personale.

Chi conosce bene il Giappone e chi ha avuto occasione di fare la spesa qui, non si stupira' nel vedere carote confezionate e prezzate individualmente, oppure micro porzioni di fagiolini o altro.
Purtroppo, i prezzi sui prodotti ortofrutticoli sono decisamente esosi.

Gli unici tipi di frutti che conviene di solito comprare sono i mikan (mandarini giapponesi), le banane e certi tipi di mele. Per il resto, la frutta ha prezzi veramente da capogiro. Non a caso, la frutta qui viene, spesso e volentieri, portata in dono ad amici e parenti.

Lo stesso vale per le verdure. In genere, conviene comprare cose tipo il daikon, il cavolo cinese, il bok-choy, e altre verdure economiche. Inavvicinabili, ad esempio, sono i peperoni, gli zucchini, e i pomodori.

Comunque sia, si puo' risparmiare notevolmente sulla spesa, facendo acquisti nei discount oppure nei mercati.
Hanamasa e' un ottimo discount non solo per la carne, ma anche per la frutta e la verdura, spesso di produzione nazionale e non di provenienza cinese; purtroppo si sono verificati troppi episodi di contaminazione legati alla frutta e verdura di origine cinese, e i giapponesi sono diventati, giustamente, diffidenti.

Qui in Giappone esistono molti discount che vendono prodotti quasi sempre di buona qualita', a prezzi veramente piu' bassi rispetto a quelli dei supermercati tradizionali.
In posti del genere, pero', non consiglio l'acquisto di detersivi e di buona parte dei surgelati.

Dove assolutamente non conviene comprare *mai* e' nei supermercati dei centri commerciali o delle stazioni! Sebbene in questi posti l'assortimento offerto sia estremamente vario (in posti come questi spesso e volentieri compaiono molti prodotti d'importazione, tra cui tantissimi alimentari italiani), i prezzi sono decisamente alti.

I prezzi migliori sui cosmetici, detersivi, prodotti per l'igiene personale che io abbia trovato sono quelli dei ドラッグストア(doraggu-sutoa o drugstore) o 薬屋 (kusuri-ya o farmacie).
I drugstore giapponesi, oltre ad essere generalmente molto grandi, offrono una varieta' di prodotti notevole.

Gli alimentari che ho acquistato ieri mi sono serviti per realizzare due piatti giapponesi. Ed ecco che ora posso parlarvi della mia seconda idea: come potrete facilmente immaginare, per casa ho diversi ricettari in giapponese.
Ebbene, ho pensato di unire l'utile al dilettevole, dedicandomi alla traduzione di qualche ricetta nuova, da pubblicare qui sul mio blog.
Pensavo di attingere da un mio bellissimo bento-ricettario per i miei esercizi di traduzione. Che ne dite?
Questo mi darebbe la possibilita' di esercitarmi a tradurre, e inoltre darebbe a voi l'opportunita' di avere accesso a ricette che altrimenti rimarrebbero avvolte nella spessa coltre dei kanji.

Le ricette che tradurro' via via, verranno pubblicate qui sul blog.

Ieri ne ho gia' tradotte tre, due delle quali mi sono servite per preparare la cena di ieri sera.

Se l'idea v'ispira, allora tradurro', per voi, qualche ricetta originale per bento.

Mata ne!
またね!

11 commenti:

Lulù ha detto...

A quando la 1° ricettina???
Resto sintonizzata come sempre in attesa....

Ps: Grazie al tuo blog e al forum di Pazze x il bento mi prende sempre di più tutto ciò che concerne stili, cultura etc...giapponese, e ne volevo approfittare x ringraziarti...

Lulù

Piccola Tempura ha detto...

è una bellissima idea Marianna, non vedo l'ora di leggere le prime ricette :-)
un bacione!
Sara

Anonimo ha detto...

Yuppi!!! Aspetto le ricettine con ansia! Grazie Marianna, sei gentilissima!
Sara P.

Ginevra ha detto...

fantastico, mi sembra un'ottima idea quella delle ricette e comunque anche quella di fotografare la spesa con i relativi prezzi è una idea molto interessante. Sono sempre molto curiosa di capire com'è la vita nei paesi stranieri :-)

Anonimo ha detto...

Avevo l'impressione che in Giappone si magiasse poca frutta, ora capisco il perchè...
Ottima l'idea di mettere i prezzi delle cose della spesa... anche se col cavolo che adesso posso permettermi un viaggio in Giappone, ma in futuro chissà... mai dire mai!
Aspetto anche io le ricette...:-)))

PS bellissimo il bento, chissà che profumino...
Grazie per il post, alla prossima ciao!!!

Lucia

bunzigirl ha detto...

Ciao Marianna,ma che bel bento!Sono curiosa di veder postata la ricettina!Fortunatamente ho un negozio di alimentari orientali sotto casa e posso fare incetta di ingredienti.
Ti mando il link di un blog aperto da alcuni miei amici e dove ogni tanto posto qualche articoletto sotto il nome di Bunzigirl,se hai un pò di tempo fai un saltino....faccio schifo come scrittrice ma spero siano interessanti gli argomenti trattati.
http://amiciperunapelle.blogspot.com/
Un abbraccio e a presto^___^

Bia ha detto...

Ora capisco perchè con un pomodoro ci mangiano in quattro!! XD Dev'essere una bella sfida, provenendo da un paese a dieta mediterranea.
Scusa se salto di palo in frasca: ricevuta la mia mail di risposta alla tua ultima?

Anonimo ha detto...

TI HO SCOPERTO DA POCO E NE SONO FELICISSIMA
VI HO LINKATO AL MIO BLOG DOLCEZIZOU
NON VEDO L'ORA DI VEDERE (E PROVARE) LE RICETTE
GRAZIE E CIAO
DOLCEZIZOU

Erika ha detto...

Marianna che splendida idea!
io non vedo l'ora di leggere la prima ricetta :)
Comunque anche qui oramai frutta e verdura stanno diventando costosissime :(
Erika

p.s. aspetto la tua email per chiudere l'ordine così potrò abbracciare i miei bentini!!!

Anna lafatina ha detto...

Siiiii!!!! Le ricetteee!! Ricordati sempre che noi pendiamo dalle tue labbra!!

biancorosso ha detto...

Ciao Lulu',
Grazie della visita! :)
Sono contenta che il mio blog ti aiuti ad apprezzare il Giappone!
Ho appena pubblicato tre bento-ricette! :)

Ciao Sara :)
Grazie della visita!
Sono contentissima che ti piaccia la mia idea!! Spero che fra le ricette che postero', ce ne sia qualcuna che t'incuriosisca.
Rispondero' presto alla tua mail!
Un abbraccio!

Ciao Sara P.
Grazie della visita!
Spero ti piacciano le bento-ricette!

Cara Ginevra,
Grazie della visita!
Sono contenta che ti piaccia l'idea del fotografare la spesa degli alimentari e i loro relativi prezzi!
Un abbraccio!

Ciao Lucia,
Grazie della visita!
Purtroppo, proprio per via di questi prezzi assurdi che ha molta della frutta e della verdura, qui se ne mangia in piccole dosi.
Ad esempio, un modo molto economico per mangiare la frutta e' comprarla in gelatina! Qui si trovano, dappertutto, vasetti di frutta in gelatina...costano poco e danno la possibilita' a chi ha poco da spendere di seguire una dieta un po' piu' equilibrata, anche se sarebbe meglio un frutto al naturale che non piazzato in una gelatina dolce e piena di conservanti.

Ciao Chiara,
Grazie della visita! Sono venuta a dare un'occhiata al tuo blog e lo trovo molto grazioso!
E non e' vero che scrivi male! :)
L'ho gia' salvato nei miei preferiti e tornero' a trovarti! :)

Ciao Bia,
Grazie di essere tornata a trovarmi! :)
Si', effettivamente non e' sempre semplice preparare piatti a cui sono abituata..con quei prezzi! Pero' c'e' da dire che riesco ad aggirare l'ostacolo comprando la passata di pomodoro al discount (che stranamente ha un costo irrisorio, pur arrivando dall'Italia!) oppure acquistando frutta e verdura nei mercati.

Bia, grazie della mail. Si', l'ho ricevuta e oggi ti rispondo!
Un abbraccio!

Ciao Dolcezizou,
Grazie di essere passata a trovarmi!!
Che gentile che sei! Grazie per avermi linkata! Ricambio subito il favore! ;)

Ciao Erika,
Grazie per essere passata a trovarmi.
Stamattina ho risposto alla tua mail e ti ho mandato il totale del tuo ordine. Spero ti sia arrivata. :)
Per curiosita', quanto viene, piu' o meno, la frutta e la verdura al kilo da te? Mi piacerebbe fare un paragone coi prezzi di qui. Ad esempio, da te quanto vengono i pomodori o i peperoni?
Se penso a quanto mi costa UN peperone qui..mi prende male. Al supermercato li vendono incartati UNO PER UNO, spesso con un fiocchetto! Detto tutto.
Ciao Erika, un abbraccio forte!

Ciao Anna,
Grazie della visita!
Ho appena pubblicato tre bento-ricette! Spero ti piacciano e spero ti piacciano anche le altre che pubblichero' presto!
Un abbraccio!