martedì, luglio 31, 2007

Elegante scatola per bento e due piattini

Domenica e' stata una giornata afosa (ma va?), e non sapevamo cosa fare. Il caldo spossa e diluisce ogni singolo barlume di entusiasmo per tutti i progetti architettati nei giorni precedenti.

Si', l'aria condizionata fara' pure male, ma quando ci sono 40 gradi all'ombra non si ha molta voglia di dar retta a paternali, e si anela ad andare a rifugiarsi in un luogo fresco e tranquillo con un Fujitsu impostato a mille.
E' cosi' che siamo capitati (per la seconda volta, a dire il vero!) in un negozio di casalinghi, mobili e cianfrusaglie varie. Ahhh...io adoro negozi del genere, dove si puo' trovare di tutto e di piu'!
Mi piace da morire poter scovare qualcosa di particolare e stravagante al quale non poter resistere.

Ricordo che la prima che siamo stati in questo negozio avevo visto delle stupende scatole per il bento (ma non il bento-portapranzo per il lavoro o la scuola), ma quelli che vengono serviti nei ristoranti, dove il cibo viene disposto, con grandissima cura, in scatole con scomparti. I cibi che si trovano nei bento dei ristoranti sono quelli che poi si trovano anche nei bento normali venduti nei conbini (Famima, Daily Yamazaki, Lawson e altri), oppure nei ristoranti take-away per bento tipo Hokka Hokka Tei o Honke Kamadoya.
Ero stata li' li' per comprare una di queste bellissime scatole, ma poi ho pensato che tanto non l'avrei usata. Uscita dal negozio me ne sono pentita. Tornata a casa, mi sono morsa le mani dal nervoso. Ma ho promesso a me stessa che ne avrei comprata una la volta successiva. Detto, fatto. E infatti la vedete nella foto in alto. Ma non e' bellissima?
Certo, parecchio ingombrante portarsi una di queste bento box al lavoro o a scuola, ma infatti sono fatte per essere utilizzate a casa.

Ecco com'e' fatta all'interno:
Come potete vedere, dentro c'e' un vassoio rimovibile, suddiviso in scomparti. Lo scomparto piu' grosso e' generalmente destinato al riso; gli altri spazi, invece, possono essere utilizzati per preparazioni a base di carne, pesce, verdure. Il piccolo scomparto che vedete in mezzo e' di solito usato per verdurine sottaceto, tipo daikon, spinaci, ecc.

E sempre nello stesso negozio ho preso due graziosissimi piattini per salsine varie. Li ho presi non perche' mi servissero (e infatti non mi servono), ma perche' innanzitutto mi piacevano, e poi perche' ho pensato di usarne uno a mo' di portagioie.
Sia sui mobili del bagno che quelli della camera letto campeggiano sempre anellini, ciondoli, orecchini e monili vari. Tempo fa ho comprato un contenitore con dei cassettini proprio per riporre tutti i miei gingillini, ma alla fine mi ritrovo ad usare gli stessi orecchini ed anelli e questi finiscono immancabilmente per vagabondare in bagno. L'idea di utilizzare uno di questi piattini per raccogliere i miei gingillini vagabondi mi e' sembrata carina.
Ecco qua:
Dimenticavo: a volte, se ho voglia e tempo, scrivo piu' di un articoletto al giorno qui su Biancorosso. Vi dico questo per ricordarvi di far scorrere la pagina, e controllare sempre che non ci siano novita'. Oggi, per esempio, ho aggiornato il blog due volte con questo articoletto che state leggendo, e quello sotto relativo alla nostra merenda da Mauka Meadows.
Buona lettura! E se avete domande sul Giappone, o qualche curiosita', non esitate a lasciare un commento!

11 commenti:

Anna ha detto...

Che bello questo bento!
Elegantissimo e davvero splendente. Peccato che non ci sia in Italia questa tradizione, sarei sempre in giro a comprarne qualcuno a discapito del mio portafogli!
Quei piattini poi sono deliziosi!
E tu... poi sto constatando che hai davvero buon gusto!

biancorosso ha detto...

Anna, grazie di essere tornata a farmi visita! Sono contenta che ti piacciano il bento e i piattini!
Se c'e' qualcosa che vorresti dal Giappone, magari posso esserti utile nel procurarti qualcosa. ;)

Anna ha detto...

TUUUU... mi tenti alla grande! Beh se trovi un bento come questo perchè no? POtresti fare delle comprere per noi bentomane e metterle in vendita in una sezione del tuo blog!
Ho un'altra richiesta: ce l'hai una cameretta per me?
Io mi trasferirei volentieri in Giappone!

Uva ha detto...

WOW!!!
quella scatola per bento è STUPENDA. mi piace da matti il decoro.
ciao da Uva

Anna ha detto...

Tutto!
Si può?
Ed un letto per me perchè vorrei proprio fare una visitina al Giappone... magari per il viaggio di nozze (tra un paio d'anni!) e un'amica che mi facesse da guida serebbe favoloso! Poi si lasciano i mariti nel reparto tecnologia e io e te a fare incetta di bento e ceramiche!

Gaja ha detto...

A giudicare dalle foto che ho visto finora, la tua collezione di ceramiche dev'essere bellissima!
Mi fai venire voglia di imitarti, peccato che qui ceramiche così belle non ne ho mai viste, a meno di non entrare in certi negozi dai prezzi imbarazzanti...
Dalle tue parti invece mi sembra che sia più facile reperire pezzi interessanti senza accendere dei mutui! :D
Un altro punto per il Giappone!
Ciao!

Claudia ha detto...

Konnichiwa^v^
Watashi wa ichigo-chan desu *u*
Leggo da molto il vostro blog e lo adoro!Sono una japan addicted e perciò, in attesa di visitare il mitico Paese del Sol Levante, niente di meglio di una scorpacciata di Biancorosso!!!
Arigato gozaimasu -_-

Saluti da Roma!!!

biancorosso ha detto...

Anna: ma lo sai che mi piace un sacco l'idea di mettere un angolo negozietto qui sul blog? Ne parlavo oggi con mio marito e pure lui era molto interessato. Dovro' solo cercare di fare in modo che i costi non siano esagerati, soprattutto se si considera che le spese di sped. da qui costano un occhio!
Comunque sia, la cameretta per te c'e'! Se mi vorrai venire a trovare, qua c'e' posto! :D
E se verrai in luna di miele, faremo proprio come hai detto tu! I mariti li lasciamo da Nojima o da Yodobashi Camera, mentre te ed io andiamo a farci dei mega giri a caccia di bento e ceramiche! :)

Uva: Vero che il decoro e' bellissimo? Tra l'altro ne vedo sempre tante di bento box simili in giro per negozi, ma e' la prima volta che vedevo un decoro simile!

Gaja: Grazie per essere tornata a trovarmi! Sai, mi sono sempre piaciute le ceramiche, pero' purtroppo in Italia sono costose. Anche negli Stati Uniti la situazione e' quasi identica. Qua invece ce n'e' per tutte le tasche, anche se indubbiamente ci sono negozi dove bisogna svenarsi per una tazzina, ma generalmente si trovano pezzi di qualita' a prezzi molto contenuti. Andando poi nei negozietti d'antiquariato (di cui il Giappone e' pieno pieno!), allora li' fai i veri affari! In quei negozietti li' trovi, per esempio, ceramiche degli anni '30 o anni '40 a prezzi veramente stracciati.

Claudia-san, konbanwa! Hajimemashite! Sono contenta che ti piaccia leggere Biancorosso e che tu abbia questa passione per il Giappone! Sono sicura che il giorno che verrai a visitare questo Paese ne rimarrai incantata!
Mi raccomando, torna presto a trovarmi! Ja ne! :)

nana ha detto...

wow ! sono bellissimi i tuoi piattini ! sia questi che gli altri nel tuo blog ;) io cerco sempre qualche piatto o ciotole giapponesi qui in italia ne ho diversi quadrati e colorati trovati nei mercatini o centri commerciali a ottimi prezzi ! prima o poi verrò ad acquistarne dalle tue parti ;) ottimi acquisti ! invidio la tua collezione ahhahah quando verrò in giappone avrò cura di portare una valiga vuota da riempire bene per il ritorno aahahah
nana

biancorosso ha detto...

Ciao Nana! Grazie di essere tornata a trovarmi! Mi piacerebbe vedere qualche foto dei tuoi piatti e delle tue ciotole giapponesi! Sono curiosissima! :) Adoro osservare i colori e i decori delle ceramiche.
Ciao e torna di nuovo a trovarmi!

Anna ha detto...

Per il negozio comincio a preparare il primo elenco di cose che vorrei!
Oltre a qualche bento(!!) direi che sono interessata alle Konnyaku di cui hai parlato diversi post fa. Slurp!